Cosa fare per diventare Donatore di Sangue

Sei nel posto giusto: ora puoi diventare donatore!

Basta un click per Diventare Donatore💻


Clicca qui per diventare donatore


Cliccando il banner che trovi qui sopra puoi comunicarci la tua volontà di diventare donatore di sangue compilando on line la promessa di donazione che viene spedita via mail a Fidas Vicenza. Sarai contattato quanto prima per tutte le formalità del caso da un nostro responsabile associativo di riferimento nel tuo territorio.

 ----

LA PROCEDURA PER DIVENTARE DONATORI DI SANGUE

La donazione ha una sua procedura, che comincia qualche giorno prima della donazione. Queste sono tutte le fasi per diventare e continuare ad essere Donatore di Sangue.

LA COLAZIONE PRIMA DELLA DONAZIONE

Per il prelievo per diventare donatore, non serve essere a digiuno. 
Vi riportiamo quindi alcuni suggerimenti sul cosa mangiare e come alimentarsi in occasione di ogni prelievo.

Il giorno precedente alla donazione consigliamo per cena: 
  • pasta o riso, 
  • carne bianca con verdure.
Evitare salse, dolci e fritti.
Per la colazione del giorno del prelievo non bisogna essere a digiuno. 
Consigliamo di assumere e bere: 
  • succhi, thè, caffè, 
  • fette biscottate con o senza marmellata, 
  • 2 - 3 biscotti secchi, 
  • frutta secca
Evitare: brioche, latte e derivati.
Dopo la donazione: si può mangiare liberamente, preferibilmente con assunzione di cibi ricchi di liquidi come minestre, zuppe, verdura e frutta a volontà. Idratarsi sempre molto.

L'ARRIVO AL CENTRO TRASFUSIONALE

Appena si arriva al Centro Trasfusionale ci sarà da compilare il questionario con la parte anagrafica e con la parte riguardo alla propria salute, dove ci saranno da precisare precedenti viaggi, tatuaggi, farmaci che si assumono ecc..., informazioni importanti e necessarie per capire se si puo' effettuare la donazione e nel caso degli aspiranti donatori, gli esami di idoneità.

Il questionario, una volta firmato, andrà consegnato alla reception o al medico, assieme ad un proprio documento di identità e tessera sanitaria.

Per eventuali dubbi sulla compilazione del questionario, i volontari, se presenti in Centro, sono sempre a tua disposizione.


Compilato il questionario, ci si misurerà la propria pressione sanguigna (in maniera autonomia sulle postazioni automatiche o sotto la supervisione di un infermiere) e si farà il controllo dell’emoglobina tramite stix ematico capillare (digitopuntura). 

A quel punto, appena i volontari avranno finito il caricamento dei dati anagrafici, ti verrà consegnata la busta che comprende il questionario e con tutti i dati appena raccolti ci si sposta in sala d'attesa per poter effettuare il colloquio con il medico trasfusionista.

LA VISITA MEDICA

Al momento del proprio turno si accede allo studio del Medico in cui viene eseguita la visita completa, più auscultazione cardiaca e polmonare. Il medico in quell'occasione è a disposizione per qualsiasi dubbio legato ad avvenimenti o fatti avvenuti che potrebbero interessare la donazione.

PRELIEVO PER ANALISI

Dopo la visita medica verrà effettuato il prelievo del sangue necessario per eseguire gli esami di laboratorio prescritti per accertare l'idoneità al dono (emocromo, transaminasi epatica, HIVAb 1-2 per l'AIDS, HBsAg per l'epatite B, HCVAb e costituenti virali per l'epatite C, gruppo, fattore Rh e ricerca anticorpi). Accertata l'idoneità (solitamente trascorrono tra i 40 e i 60 giorni dagli esami di idoneità) il nuovo donatore verrà invitato ad effettuare la prima donazione fissando un nuovo appuntamento presso il centro trasfusionale.

IL RISTORO


Dopo il prelievo viene offerto un ristoro per reintegrare i liquidi e migliorare il comfort post donazione. Ai lavoratori dipendenti viene riconosciuta per legge una giornata di riposo retribuita. 

La legislazione italiana (Legge 21 ottobre 2005, n. 219) riconosce ai volontari donatori di sangue una giornata di riposo retribuita per chi ha effettuato una donazione. 

SUGGERIMENTI POST DONAZIONE ED ANALISI

  • Tenere la fasciatura applicata dall’infermiera per almeno 2 ore.
  • Se nel punto di prelievo si nota rigonfiamento e dolore applicare del ghiaccio ad intervalli di 5 minuti.
  • Applicare creme che favoriscono il riassorbimento dell’ematoma e del gonfiore. Se peggiora, contattare direttamente il centro trasfusionale. 
Qui troverai tutti i centri trasfusionali del territori vicentini.

I centri di raccolta

LINK UTILI PER I DONATORI

Sezione in sviluppo